News MotoGP

SIA ALEIX SIA ANDREA SI MIGLIORANO TRA LE DUE SESSIONI MA DEVONO FARE I CONTI CON LA MANCANZA DI GRIP

 

Il circuito catalano del Montmelò si conferma un banco di prova severo per quanto riguarda l’aderenza. La mancanza di grip ha rallentato i piloti Aprilia che sono stati capaci entrambi di migliorarsi tra le due sessioni ma non abbastanza da agguantare una provvisoria qualificazione alla Q2.

Aleix ha centrato la top-10 nelle prove mattutine, classificandosi al decimo posto con un miglior tempo di 1’41.213. Nelle FP2 il pilota di casa ha migliorato la sua prestazione, scendendo fino a 1’40.878. Un tempo che gli vale la sedicesima piazza a meno di 8 decimi dalla vetta.

Anche Andrea Iannone è riuscito a migliorare, trovando però poco beneficio dalla gomma posteriore morbida nuova montata sul finale delle FP2. Un comportamento che Andrea e la sua squadra analizzeranno durante i debriefing tecnici di fine giornata.

Tanti test al box di Bradley Smith, collaudatore Aprilia Racing impegnato a Barcellona nella sua terza wild card stagionale. Il pilota inglese ha chiuso le prime due sessioni con il tempo di 1’42.156.

ALEIX ESPARGARO’

“Su un circuito che mi piace molto mi aspettavo di più da questa prima giornata. Non riesco a sfruttare la moto in accelerazione e questo pregiudica la nostra uscita di curva. Stiamo provando dei nuovi particolari e conosco il piano di test di Bradley, ogni miglioramento è ben accetto ma abbiamo bisogno di fare uno step importante”.

ANDREA IANNONE

“Stranamente oggi mi sono trovato meglio con la gomma media rispetto alla morbida. Sul finale delle FP2 ho montato la soft pensando di migliorare, invece alla fine ho fatto lo stesso tempo della media usata. Dobbiamo capire bene il perché di questo comportamento. In ogni caso dobbiamo reagire e migliorare specialmente a livello di elettronica”.

BRADLEY SMITH

“Per me oggi è stata una giornata piuttosto intensa. Abbiamo molte cose da provare, dall’elettronica alla ciclistica, e spero che le informazioni raccolte oggi possano aiutare Aleix e Andrea. Ho anche provato la gomma dura, proprio per aumentare i dati a disposizione della squadra. Le condizioni della pista erano piuttosto difficili, specialmente nel pomeriggio. Mi aspetto un miglioramento nelle FP3, avendo anche meno dettagli da valutare, ma il vero lavoro ci aspetta nelle FP4 che si svolgeranno in condizioni simili alla gara di domenica”.


SIA ALEIX SIA ANDREA SI MIGLIORANO TRA LE DUE SESSIONI MA DEVONO FARE I CONTI CON LA MANCANZA DI GRIP - Gresini Racing
SIA ALEIX SIA ANDREA SI MIGLIORANO TRA LE DUE SESSIONI MA DEVONO FARE I CONTI CON LA MANCANZA DI GRIP - Gresini Racing

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni