News MotoGP

ALEIX E BRADLEY HANNO LAVORATO ALLO SVILUPPO DELLA RS-GP 2019 A JEREZ

IL DOLORE HA FERMATO ANDREA CHE HA TENTATO UNO STOICO RITORNO IN SELLA

Importante giornata di test oggi sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera, con tutti i piloti MotoGP in pista. Due le Aprilia impegnate, quella ufficiale di Aleix Espargarò e il test team con Bradley Smith, mentre Andrea Iannone ha tentato il ritorno in sella ma ha dovuto rinunciare per il dolore.

Aleix è stato il primo pilota ad entrare in pista, sin dai primi secondi del test, e ha condotto una serie molto densa di prove durante i suoi 80 giri totali. I test hanno riguardato gestione della coppia motore, distribuzione dei pesi, varie configurazioni del traction control e un inedito setup della sospensione posteriore. Il pilota catalano ha chiuso la sessione con un best lap di 1’37.758.

Programma molto intenso anche per Bradley Smith, autore di 82 giri il migliore dei quali in 1’38.077. L’attività del test team Aprilia si è concentrata su nuove componenti, diversi setup e la valutazione di alcune soluzioni di pneumatico Michelin.

Ancora alle prese con i postumi della caduta rimediata nelle FP4 di sabato, che gli ha impedito di prendere parte alla gara, Andrea Iannone non si è comunque dato per vinto e ha tentato di risalire in sella oggi dopo il parere positivo del medico. Purtroppo la mancanza di forza causata dal dolore al piede sinistro gli impediva un corretto utilizzo del cambio, perciò pilota e team hanno scelto di interrompere subito le prove per avviare al più presto il processo di recupero. Confortato dalle buone sensazioni avvertite nelle FP4 e dal grande lavoro del compagno di squadra Aleix, Andrea si è dichiarato confidente in vista di Le Mans.

ALEIX ESPARGARO’

“Quella di oggi era una giornata di test molto importante per noi, infatti sono stato il primo a scendere in pista. Abbiamo lavorato ininterrottamente, sia in vista di Le Mans sia per continuare lo sviluppo della RS-GP. Come sempre durante le prove alcune soluzioni danno risultati migliori e altre meno, sarà fondamentale analizzare bene i dati raccolti oggi per decidere la linea da seguire nei prossimi appuntamenti”.

BRADLEY SMITH

“Una giornata piuttosto impegnativa. Abbiamo lavorato su tre fronti: la gomma anteriore dura, che si è confermata la scelta corretta per la nostra moto su questa pista, la distribuzione dei pesi e alcune componenti di cui verificare prestazioni ed affidabilità. La sensazione è che, essendomi avvicinato alle prestazioni di Andrea e Aleix, posso contribuire a risolvere i limiti che i piloti ufficiali stanno segnalando. Non è un processo facile, richiede tempo ma abbiamo la struttura in grado di farlo. Credo che nei prossimi mesi potremo intervenire con precisione sui nostri punti meno forti”.

ANDREA IANNONE

“Ci ho provato, ma mi mancava la forza per azionare la leva del cambio. Un peccato perché mi sarebbe piaciuto utilizzare la giornata di test per confermare le note positive su cui avevamo iniziato a lavorare nelle FP4 dove, prima della caduta, stavo andando piuttosto forte. Una conferma è arrivata da Aleix in gara, e questo è sicuramente positivo. Da domani inizierò il recupero ma sono certo di poter essere al 100% per il weekend di Le Mans”.


ALEIX E BRADLEY HANNO LAVORATO ALLO SVILUPPO DELLA RS-GP 2019 A JEREZ - Gresini Racing

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni