News Moto2

A JEREZ PASSI IN AVANTI PER BULEGA E PONS

Il Team Federal Oil Gresini Moto2 lascia l’Andalusia con tante certezze in più al termine di questa tre giorni sul tracciato di Jerez de la Frontera. Sia Nicolò Bulega che Edgar Pons hanno infatti confermato le buone sensazioni fatte registrare già nell’ultima uscita proprio su questo circuito, sede del primo appuntamento europeo della stagione 2020.

Nicolò Bulega, che ha concentrato i propri sforzi su forcella e ammortizzatore posteriore, lavorando con costanza e passando dall’1.42’1 del primo giorno ad un miglior tempo finale di 1.40.661. Una crescita continua per il giovanissimo italiano nuovo arrivato in casa Gresini che ha chiuso con il terzo miglior tempo di questo test.

Buon lavoro anche per Edgar Pons, sempre più a proprio agio sulla Kalex gommata Dunlop numero 57. Lo spagnolo, seppur protagonista in negativo di due cadute alla curva due ieri, ha lavorato prevalentemente su forcelle e su alcune specifiche di pneumatici anteriori. Per lui il miglior tempo finale di 1.41’042, molto vicino alla top10.

3º – NICOLÒ BULEGA (1.40’661)

“Nelle prime sessioni abbiamo fatto un po’ di fatica su alcuni punti della moto, ma siamo stati bravi ad individuarli velocemente e a risolverli. Già ieri ero più veloce di 6 decimi rispetto al Day1 e senza traffico già ieri avrei trovato un time attack notevole. Cosa che mi è riuscita molto meglio oggi. Lascio Jerez con buonissime sensazioni e non solo per il tempo odierno: stiamo lavorando bene con la squadra e continuiamo a crescere sessione dopo sessione.

11º – EDGAR PONS (1.41’042)

“Un test molto positivo. Abbiamo lavorato tanto sulla messa a punto della moto e devo dire che abbiamo fatto tempi molto interessanti con gomma dura trovando un buonissimo passo di gara, mentre per quanto riguarda il time attack, provato solo oggi, è andata abbastanza bene. Stiamo dimostrando già di poter stare in questa categoria. Ho fatto un paio di “escursioni” in curva due ieri, ma quando provi delle soluzioni di setting devi spingere al massimo per comprovarne l’efficacia e sono scivolato…niente di grave, ora pensiamo a Jerez con tanta fiducia dopo questa tre giorni”.



Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni