News Moto2

CHE SPETTACOLO SALAČ, SECONDO NEL PODIO DI BURIRAM

RACE – #ThaiGP Partenza movimentata quella della Moto2, con gara dichiarata inizialmente asciutta. Poi uno scroscio d’acqua ad abbattersi improvvisamente sulla griglia di partenza: vengono dati 5 minuti in più per permettere alle squadre di poter cambiare le gomme e partire con un set-up da bagnato. Super rimonta per Filip Salač che si mette al comando della gara, quando a 8 giri dalla fine, dopo aver commesso un piccolo errore che gli fa perdere una posizione, viene esposta la bandiera rossa per le condizioni meteo estreme. Non avendo completato i 2/3 di gara viene programmata la ripartenza per una sprint race di 5 giri, ma nel sighting lap viene esposta nuovamente la bandiera rossa per le condizioni proibitive della pista. Viene di conseguenza decretata la classifica finale della gara che vede Filip Salač nel secondo gradino più alto del podio, dove ad applaudirlo c’è tutta la Gresini Family, con Nadia emozionata per questo primo podio 2022 della Gresini Racing Moto2.

Gara più difficile per Alessandro Zaccone, che dalla venticinquesima casella della griglia ha davvero poca visibilità a causa della pioggia e dell’enorme quantità d’acqua alzata dai piloti dinanzi a lui. Il pilota numero #61 riesce comunque a portare a termine la gara, tagliando il traguardo 21°.

🥈 – FILIP SALAČ #12

“Il miglior risultato che potevamo sperare per questo Thai GP. Voglio ringraziare la squadra per questo risultato, perché hanno preparato la moto perfetta per questa gara in condizioni difficilissime, all’ultimo momento. Sono arrabbiato con me stesso per l’errore che ho commesso all’ultima curva perdendo la vittoria, sarebbe stato il mio sogno vincere qui. Sono comunque davvero contento del lavoro fatto fino ad oggi. Ringrazio la mia famiglia, i miei sponsor e tutta la squadra. Questo podio è per Jason.”

21° – ALESSANDRO ZACCONE #61

“Sono molto felice per Filip, se lo merita, è stato davvero bravo. Io invece purtroppo partivo indietro e il primo giro è stato un incubo, non vedevo nulla e ho dovuto chiudere il gas nei due rettilinei, era troppo pericoloso. Speravo nella ripartenza perché stavo cominciando a ritrovare il feeling anche sul bagnato, ma purtroppo per me non è stato così. Peccato perché avremmo potuto recuperare ancora qualche posizione. Sono però davvero felice per Filip e per la squadra”.


CHE SPETTACOLO SALAČ, SECONDO NEL PODIO DI BURIRAM - Gresini Racing
CHE SPETTACOLO SALAČ, SECONDO NEL PODIO DI BURIRAM - Gresini Racing
CHE SPETTACOLO SALAČ, SECONDO NEL PODIO DI BURIRAM - Gresini Racing

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni